Ritorna al sito

S. Maria Salomè

La statua di Maria Salomè fu ultimata nel 1951 ed esposta al pubblico nel prestigioso palazzo Cappelluti, ora purtroppo demolito.
Maria Salomè fu madre di S. Giovanni Evangelista: anch'essa come Maria Cleofe, non rivestì un ruolo particolare che potesse distinguerla dalla massa del popolo presente alla grande tragedia sul Golgota. Pertanto, l'artista Giulio Cozzoli raffigurò la Salomè in angustiato pianto, ponendole tra le mani il vaso contenente l' unguento per imbalsamare il corpo di Nostro Signore.
Nel 1953, con il consenso unanime espresso in assemblea dai confratelli presenti, l' Amministrazione del tempo decise di acquistarla e portarla in processione nella Pasqua dello stesso anno.
Per la prima volta, con questa statua, il giudizio della popolazione fu concorde, unanime, nel ritenere l'opera interamente riuscita.







.
- Testo tratto dal sito dell' Arciconfraternita della Morte.



Image and video hosting by TinyPic
clicca sulla foto per aprire l' album fotografico su S. Maria Salomè
N.B. - Tutte le foto sono proprietà esclusiva dell' autore dott. Franco Stanzione ed è vietato riprodurle senza il suo consenso e/o omettendo di citarne la fonte.

Ritorna al sito